Appalti, Proseguono Le Deroghe In Chiave Anticrisi

Appalti, proseguono le deroghe in chiave anticrisi

03/03/2021 –  Più tempo per le deroghe al Codice Appalti, l’affidamento degli incarichi di progettazione e l’avvio dei lavori nei Comuni, ma anche per l’adeguamento alla normativa antincendio. Sono gli effetti delle Legge “Milleproroghe” (L. 21/2021) pubblicata in Gazzetta Ufficiale.
 

Appalti, prorogate le deroghe

Fino al 30 giugno 2021 il tetto al subappalto resta al 40%. Fino al 31 dicembre 2021 sono sospesi l’obbligo di indicare la terna dei subappaltatori in sede di offerta e le verifiche in sede di gara sul subappaltatore. 

Il periodo di operatività di queste deroghe, introdotte dal Decreto “Sblocca Cantieri”, doveva cessare alla fine del 2020, ma viene esteso con l’obiettivo di contrastare la crisi economica aggravata dall’emergenza Covid-19.

 

Manutenzione ordinaria e straordinaria su progetto definitivo

Fino al 31 dicembre 2021, i contratti di manutenzione ordinaria e straordinaria, ad esclusione di quelli che prevedono il rinnovo o la sostituzione di parti strutturali di opere e impianti, possono essere affidati sulla base del progetto definitivo. La realizzazione di questi lavori potrà prescindere dalla redazione e approvazione del progetto definitivo.
 

Progettazione e realizzazione delle opere con fondi limitati

Fino al 31 dicembre 2021, i soggetti attuatori delle opere per le quali deve essere realizzata la progettazione possono avviare le procedure di affidamento anche se la disponibilità dei finanziamenti è limitata alle attività di progettazione.
 
La disposizione deroga al principio, stabilito dal Codice Appalti, in base al quale, per progettare un’opera pubblica e affidare l’incarico ad un professionista, l’ente deve avere le risorse necessarie alla sua realizzazione. Le opere progettate hanno comunque la priorità nell’assegnazione dei fondi pubblici.  

Anticipazione del 30% del prezzo dell’appalto

La possibilità di anticipare alle imprese appaltatrici il 30% (anziché il 20%) del prezzo dell’appalto è prorogata al 31 dicembre 2021.
 

Progettazione Enti locali, tre mesi in più

Gli Enti locali, beneficiari del Fondo da 90 milioni di euro istituito con la Legge di Bilancio per il 2018 (Legge 205/2017), avranno tre mesi di tempo in più per l’affidamento degli incarichi. Il termine decorre dalla data di comunicazione di ammissione al finanziamento. Gli Enti locali hanno presentato le richieste a luglio 2020, mentre la comunicazione di ammissione è arrivata a settembre. L’aggiudicazione degli incarichi doveva avvenire entro dicembre, ma in questo modo ci sarà tempo fino a marzo.
 

Efficienza energetica e sicurezza nei Comuni

I Comuni avranno tempo fino al 15 agosto 2021 per iniziare i lavori di efficientamento energetico e messa in sicurezza finanziati con 160 milioni di euro. Viene spostato anche dal 15 giugno al 15 settembre 2021 il termine per la revoca del contributo al Comune che non abbia rispettato la tempistica per lavvio dei lavori e dal 15 ottobre 2021 al 15 gennaio 2022 la scadenza per l’avvio dei lavori finanziati con le risorse revocate ai Comuni ritardatari e redistribuiti.  

Antincendio nelle scuole e strutture ricettive

Slitta dal 31 dicembre 2021 al 31 dicembre 2022 il termine per completare l’adeguamento alla normativa antincendio negli edifici scolastici, nei locali adibiti a scuola e negli asili nido.
 
Il termine per l’adeguamento delle strutture ricettive con oltre 25 posti letto passa dal 31 dicembre 2020 al 31 dicembre 2021. Per l’adeguamento, bisogna presentare la SCIA parziale entro il 30 giugno 2021.
 
Nelle strutture ricettive situate nelle zone colpite dagli eventi meteorologici iniziati ad ottobre 2018 e in quelle colpite dai terremoti del 2016 e 2017, l’adeguamento deve essere completato entro il 31 dicembre 2022 previa presentazione della SCIA parziale entro il 30 giugno 2021.
 
Nei rifugi alpini, slitta al 31 dicembre 2021 il termine per la presentazione dell’istanza preliminare utile a valutare il rispetto della normativa antincendio dei progetti relativi a nuovi impianti e costruzioni o all’adeguamento di quelli esistenti.
  Fonte: https://www.edilportale.com/news/2021/03/normativa/appalti-proseguono-le-deroghe-in-chiave-anticrisi_81372_15.html