Bonus Mobili, Ok All'agevolazione Se Si Ristruttura Il Box Auto

Bonus mobili, ok all’agevolazione se si ristruttura il box auto

11/02/2020 – Il bonus mobili spetta quando i beni acquistati sono destinati ad arredare l’immobile anche se l’intervento cui è collegato l’acquisto viene effettuato su una pertinenza dell’immobile stesso, come una cantina o un box auto.
 
A chiarirlo l’Agenzia delle Entrate nella propria Guida al Bonus Mobili 2020.
 

Bonus mobili 2020: la correlazione tra ristrutturazione e acquisto arredi  

Nella versione aggiornata della Guida, l’Agenzia aggiunge una nuova casistica circa la correlazione tra l’intervento di ristrutturazione e l’immobile da arredare. Negli scorsi anni l’Agenzia aveva chiarito solo che la detrazione spetta anche quando i beni acquistati sono destinati ad arredare un ambiente diverso dello stesso immobile oggetto di intervento edilizio.
 
Nel nuovo aggiornamento, le Entrate sottolineano anche che è possibile usufruire del bonus per mobili e i grandi elettrodomestici destinati ad arredare l’immobile anche se l’intervento cui è collegato l’acquisto viene effettuato su una pertinenza dell’immobile stesso, anche se accatastata autonomamente.  

Bonus arredi 2020: le tempistiche

L’Agenzia ribadisce come sia importante la tempistica, in relazione alla ristrutturazione, per usufruire del bonus mobili. Anche se è possibile fruire dell’agevolazione fino al 31 dicembre 2020, la detrazione può essere richiesta solo da chi realizza un intervento di recupero edilizio iniziato a partire dal 1° gennaio 2019.
 
Per gli acquisti effettuati nel 2019, invece, è possibile fruire della detrazione solo se l’intervento di ristrutturazione è iniziato non prima del 1° gennaio 2018.
 

Bonus mobili: attenzione ai soggetti beneficiari

La guida specifica che il bonus spetta unicamente al contribuente che usufruisce del bonus ristrutturazione. In altri termini, solo chi sostiene effettivamente i costi di un intervento di restauro, risanamento conservativo, ristrutturazione edilizia, ha diritto alla detrazione del 50% per l’acquisto di arredi.
 
Le Entrate, quindi, esortano a fare attenzione nel caso di una coppia: se uno dei coniugi sostiene tutte le spese per ristrutturare l’immobile e l’altro quelle per l’arredo, il bonus per l’acquisto di mobili ed elettrodomestici non spetta a nessuno dei due.
 
Infine, la Guida ricorda che la detrazione non utilizzata (in tutto o in parte) non si trasferisce né in caso di decesso del contribuente né in caso di cessione dell’immobile oggetto di intervento di recupero edilizio. Pertanto, il contribuente potrà continuare a usufruire delle quote di detrazione non utilizzate anche se l’abitazione oggetto di ristrutturazione è ceduta prima che sia trascorso l’intero periodo per usufruire del bonus.  

Bonus mobili 2020: cosa prevede

La Legge di Bilancio 2020 ha prorogato al 31 dicembre 2020 la detrazione del 50%, con un tetto di 10mila euro per unità immobiliare, per l’acquisto di mobili e di grandi elettrodomestici di classe non inferiore alla A+ (A per i forni), destinati ad arredare l’immobile oggetto di ristrutturazione. 

Il bonus mobili ed elettrodomestici spetta ai contribuenti che fruiscono della detrazione del 50% per le ristrutturazioni e che sono assoggettati all’imposta sul reddito delle persone fisiche. In particolare, hanno diritto alla detrazione: il proprietario o il nudo proprietario o il titolare di un diritto reale di godimento (usufrutto, uso, abitazione o superficie). 

Da novembre 2018 è stato introdotto l’obbligo di invio all’Enea anche dei dati relativi ad interventi che, pur non usufruendo dell’ecobonus, prevedono il conseguimento di un risparmio energetico; quest’obbligo riguarda anche gli elettrodomestici, in particolare: forni, frigoriferi, lavastoviglie, piani cottura elettrici, lavasciuga e lavatrici.
 
L’Agenzia delle Entrate ha chiarito che la mancata o tardiva trasmissione della comunicazione all’Enea non implica la perdita del diritto alle detrazioni.

SCARICA LA GUIDA DI EDILPORTALE AL BONUS MOBILI
 

Fonte: https://www.edilportale.com/news/2020/02/ristrutturazione/bonus-mobili-ok-all-agevolazione-se-si-ristruttura-il-bo-auto_74845_21.html