HOTELLERIE-RESTAURANT-CAFE’

Info Progetto

  • Data di costruzione

    Riduzione rischi da contagio
    Protezione ambienti sensibili
    Valutazione criticità

Horeca Web


COME RIDURRE IL RISCHIO DA CONTAGIO | HOtellerie-REstaurant-CAfè
Ridurre il rischio da contagio è possibile, anche per alberghi, ristoranti e cafè. Con le prossime riaperture previste nel mese di maggio e di giugno è consigliato adottare misure che possano prevenire il più possibile tale rischio.
Spesso non è chiaro o è poco noto che si possa intervenire anche sugli impianti di aerazione e di climatizzazione per migliorare il più possibile la qualità dell’aria all’interno degli ambienti. Premettendo che ogni realtà è specifica e va trattata nella sua singolarità, mettiamo a disposizione un elenco di interventi che possono essere effettuati in questo contesto:

RIVEDERE LA PORTATA DI ARIA
Nei singoli locali, considerando eventuali differenze di pressione tra locali

REVISIONE DELLA PERCENTUALE DI ARIA DI RICIRCOLO AGENDO SULLE SERRANDE
A seconda del tipo di impianto (es: impianto con free-cooling o no, roof top…)

FUNZIONAMENTO IN CONTINUO DELL’IMMISSIONE DI ARIA ESTERNA
In via precauzionale, anche nelle ore di non occupazione per avere aria in condizioni esterne anche alla riapertura.

DEFINIZIONE LIVELLI DI PRESSIONE DIFFERENZIATA
Saranno da definire livelli di sovrapressione e depressione in ambienti diversi, in funzione della loro destinazione d’uso, per favorire corretti flussi di aria.

PROTEZIONE AMBIENTI SENSIBILI
Valutare un piano di gestione dell’impianto e degli spazi per proteggere gli ambienti di cucina e di passaggio del personale dalle aree aperte al pubblico. Si consiglia la verifica di portate di aria e gradienti di pressione.

INTERVENTI PUNTUALI PER LE STANZE
Si consiglia di valutare un protocollo di sanificazione delle singole stanze ad ogni check-out.
Le sanificazioni dovrebbero comprendere, oltre agli ambienti della stanza, anche eventuali fancoil o griglie di ripresa/mandata aria in ambiente.
Si sottolinea la possibilità di operare, in base ai vari casi, attraverso l’immediato ricambio dei filtri o ricorrendo a prodotti specifici o attraverso procedimenti di ozonizzazione.
Si dovrà procedere anche alla gestione dei ricambi aria durante le sanificazioni.
Anche durante l’utilizzo delle stanze sarò consigliata l’attuazione di un protocollo di gestione dell’aria esterna analizzando la portata, il tempo, la possibilità di sezionamento.

VALUTAZIONE DELLE CRITICITÀ DEL SINGOLO IMPIANTO
In caso di presenza di fancoils o altre unità interne a ricircolo, sarà da valutarne l’impiego oppure la loro sanificazione o, in alternativa, la ricollocazione dei filtri di ripresa.
Valutare il tipo di ripresa aria dei bagni. Se è centralizzata e unita alla ripresa generale si consiglia un intervento.

DEFINIZIONE DI UN PIANO DI GESTIONE INTERNO
Compatibilmente con la gestione energetica degli impianti è da valutare il funzionamento in base alle fasce orarie, all’affollamento e al ricorso di aria esterna quando più conveniente.
Si consiglia di elaborare un piano di sanificazione delle aree comuni a fine giornata lavorativa.

Horeca Web
HORECA-ottimizzazione impianti
Strutture Ricettive
STRUTTURE RICETTIVE – linee guida Regione Veneto
Ristorazione
RISTORAZIONE – linee guida Regione Veneto

 

 

 

 


    Richiedi Informazioni

    I campi con * sono obbligatori