SUPERMERCATI

Info Progetto

  • Data di costruzione

    Riduzione rischi da contagio
    Protezione ambienti sensibili
    Valutazione criticità

Supermercati 55


COME RIDURRE IL RISCHIO DA CONTAGIO | SUPERMERCATI
Da Marzo i supermercati sono stati presi d’assalto e sono stato oggetto di flussi continui di clientela. In questo contesto molti gestori si sono adoperati per ridurre il più possibile il rischio di contagio al loro interno. Le principali misure hanno giustamente previsto il distanziamento sociale, l’utilizzo di dispositivi di protezione individuale e il controllo degli accessi.
Proprio per questa particolare e cruciale destinazione d’uso sono stati fatti degli studi statistici che hanno evidenziato il rischio in relazione alla qualità dell’aria presente all’interno del punto vendita. È stato visto che questa influisce molto sul rischio, soprattutto della clientela. La qualità dell’aria di cui si parla è strettamente legata alle modalità di climatizzazione e aerazione degli spazi.
Per aiutare nella gestione di questi impianti e nel loro miglioramento, Dabster ha stilato alcuni consigli e linee guida. Ovviamente queste linee guida sono generali ed è necessario applicarle correttamente in funzione del tipo specifico di impianto presente (in particolare qui si parla degli impianti monozona).

RIVEDERE LA PORTATA DI ARIA
I grafici a fianco mostrano una sostanziale differenza di diffusione del virus in funzione della portata di aria immessa. Valutare preventivamente eventuali differenze di pressione necessarie tra zone e l’assorbimento elettrico del ventilatore.

RIVEDERE LA PERCENTUALE DI ARIA DI RICIRCOLO AGENDO SULLE SERRANDE
A seconda del tipo di impianto.
Per impianti progettati per funzionare a tutta aria esterna si consiglia la totale chiusura della serranda di ricircolo.
Per impianti che non prevedono il free-cooling è fondamentale verificare prima come lavora l’impianto. In questo caso è necessaria la consulenza approfondita. Per sistemi a espansione diretta monoblocco a free-cooling parziale (es. roo-top) è necessario verificare le portate minime di lavoro e la % di aria esterna per evitare il blocco del circuito frigorifero. Anche in questo caso è fondamentale la consulenza tecnica.

FUNZIONAMENTO IN CONTINUO DELL’IMMISSIONE DI ARIA ESTERNA
In via precauzionale, anche nelle ore di non occupazione. Questo garantisce di avere, anche alla riapertura giornaliera, aria interna in condizioni di salubrità simili all’aria esterna.
Compatibilmente con la gestione energetica degli impianti è da valutare il funzionamento in base alle fasce orarie, all’affollamento e al ricorso di aria esterna quando più conveniente.
Si consigliano anche operazioni di lavaggio notturne in free-cooling.

SANIFICAZIONE
In caso di presenza di fancoils o altre unità interne a ricircolo, sarà da valutarne l’impiego oppure la loro sanificazione o, in alternativa, la ricollocazione dei filtri di ripresa.

 

Supermercati 55
SUPERMERCATI – ottimizzazione impianti

    Richiedi Informazioni

    I campi con * sono obbligatori